Esterometro

< Indietro

D.lgs. 127/2015

Requisiti:
Modulo 148 Comunicazione telematiche dei dati IVA
IdeaAzienda v. 4.0 dalla 0975
IdeaAzienda v. 3.2 dalla 0973
COSA E’?

Riguardo la disciplina della fatturazione elettronica, che prevede l’obbligo generalizzato di emissione e trasmissione della fattura elettronica per le operazioni da e verso soggetti stabiliti nel territorio dello stato, l’articolo1, comma 3-bis, D.Lgs. 127/2015, ha previsto che, invece, i soggetti passivi residenti o stabiliti nel territorio dello stato devono trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle operazioni di cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti NON STABILITI nel territorio dello stato.
Tale comunicazione telematica, denominata comunemente ‘ESTEROMETRO’ deve avvenire entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della data di emissione o ricezione del documento.

Quali fatture vanno indicate nell’Esterometro?
Le fatture oggetto di Comunicazione esterometro sono:
– fatture emesse verso soggetti comunitari non stabiliti anche se identificati ai fini IVA in Italia, per i quali non è stata emessa fattura elettronica tramite SdI;
– fatture ricevute da soggetti comunitari non stabiliti;
– fatture emesse per servizi generici verso soggetti extracomunitari per cui non è stata emessa la fattura elettronica e per le quali non c’è una bolletta doganale;
– autofatture per servizi ricevuti da soggetti extracomunitari;
– autofatture per acquisti di beni provenienti da magazzini italiani di fornitori extraUe.
Per cui ai fini dell’esteromestro, il soggetto italiano che ha acquistato merce con fattura ricevuta:
– da fornitore comunitario, deve fare l’integrazione della fattura senza Intrastat;
– se da fornitore extracomunitario, occorre invece l’autofattura.
Allo stesso modo vanno indicate nell’esterometro, le fatture emesse per la cessioni di beni con consegna in Italia nei confronti di un cliente estero identificato in Italia.
In alternativa, PER LE SOLE FATTURE EMESSE, è possibile assolvere l’obbligo trasmettendo all’Agenzia delle Entrate l’intera fattura, attraverso il sistema di interscambio.

COSA SERVE?

ANAGRAFICA CLIENTI FORNITORI
Categoria cliente: Questa comunicazione prenderà in considerazione SOLAMENTE i soggetti con categoria SOGGETTO INTRA/ESTERO.
Nazione : La nazione deve essere compilato con il relativo codice ISO.
Partita IVA : Se non disponibile, in particolare per soggetti extra cee, le istruzioni dell’ageniza delle entrate suggeriscono di inserire UN QUALSIASI DATO IDENTIFICATIVO DEL SOGGETTO

TABELLA IVA
Codice eFattura : Indicare la natura delle operazioni per i soli codici iva che non hanno aliquota o N6 in caso di inversione contabile
Tipologia : Indicare Beni o Servizi. Questo dato è molto importante ai fini della comunicazione in quanto determina l’indicazione del tipo di documento all’interno del file XML (TD10 per i beni o TD11 per i servizi)
Qualora le operazioni contabili siano state fatte con uno stesso codice iva per entrambe le tipologie sarà necessario procedere alla modifica delle scritture stesse.
 vedi utility sostituzione codici IVA

TABELLA NAZIONI
Codice ISO : indicare il codice ISO per le nazioni dei soggetti interessati alla comunicazione.

TABELLA CAUSALI CONTABILI
Codice telematico: indicare la tipologia del documento.
Attenzione, per le fatture INTRA va indicato TD10 la distinzione tra beni e servizi viene fatta in funzione del codice iva indicato nell’operazione contabile.

TABELLA REGISTRI IVA
In questa sezione è possibile indicare l’eventuale esclusione di un registro IVA attivando la spunta ‘Escludi dalla comunicazione telematica dell’esterometro’.
I registri selezionati NON VERRANNO INCLUSI NELLA COMUNICAZIONE
Es. se le fatture emesse estere vengono già trasmesse allo SDI tramite il canale ordinario, come per le fatture italiane, il relativo registro andrà escluso per evitare l’inclusione di queste ultime anche nella comunicazione dell’esterometro.

COME PROCEDERE?

STAMPE DI CONTROLLO
Contabilità – Telematico – Stampe di controllo

Lanciare la stampa Controllo Importi Esterometro per il periodo interessato dalla comunicazione e verificare che l’ammontare delle operazioni incluse sia corretto.

GENERAZIONE FILE XML
Contabilità – Telematico – Stampe di controllo
Lanciare la stampa Comunicazione e selezionare

Anno anno di riferimento
Mese : mese di riferimento
Percorso dest.: Percorso dove salvare i file xml della comunicazione
Confermare con il tasto Elabora. Questa operazione non genera nessun report, solamente il file xml necessario.