Supporto Tecnico di IdeaAzienda
 

How Can We Help?

< Indietro
Indice:
Print

Bollo virtuale

La marca da bollo virtuale, come la marca da bollo cartacea, viene utilizzata per sostituire l’imposta dell’ IVA quando quest’ultima non è applicabile. Essendo virtuale viene utilizzata solo per via telematica, al contrario della marca da bollo cartacea che viene comprata in tabaccheria.

 

La marca da bollo su fatture, nella misura di 2 euro, è obbligatoria sui documenti di importo complessivo superiore a € 77,47, concernenti:
• operazioni escluse dal campo di applicazione dell’Iva ai sensi dell’articolo 15 del Dpr 633/1972;
• operazioni esenti ai sensi dell’articolo 10 del Dpr 633/1972;
• operazioni fuori campo Iva per carenza del presupposto soggettivo, oggettivo o territoriale;
• operazioni non imponibili relative a operazioni assimilate alle esportazioni, ai servizi internazionali, ai servizi connessi agli scambi internazionali, le cessioni agli esportatori abituali o esportazioni indirette;
• fatture dei regimi dei minimi e forfettari che non comportano l’addebito dell’IVA;
• ricevute per prestazioni di lavoro occasionale.

 

Viceversa la marca da bollo NON va applicata:
• se l’importo della fattura (o documento contabile) è inferiore a € 77,47;
• su documenti già assoggettati all’imposta di bollo o esenti;
• su fatture, note, conti e simili documenti, recanti addebitamenti o accreditamenti riguardanti operazioni soggette a IVA. Per operazioni assoggettate ad IVA si intendono le operazioni per le quali è effettivamente dovuto il tributo;
• se le fatture riguardano operazioni non imponibili relative a esportazioni di merci sia dirette che indirette ed a cessioni intracomunitarie;
• su bollette ed altri documenti doganali di ogni specie.

 

Per far sì che l’operativo sia corretto in IdeaAzienda è necessario configurare i parametri aziendali ed i codici iva di esenzione principalmente utilizzati.

Seguendo il percorso File – Azienda – Configurazione Parametri Aziendali – Parametri base – sez. 01 Parametri di base bisogna inserire i seguenti valori:

Importo spese bolli: € 2,00

Imponibile Spese Bolli: € 77,47.

Seguendo il percorso Archivi – Tabelle Base – Codici Iva è necessario inserire la spunta ”Applica bollo Virtuale” in tutti i codici a cui si vuole attivare la procedura.

Una volta inseriti questi parametri e generata la fattura, il sistema, in fase di predisposizione del file xml, andrà ad inserire l’apposito campo necessario all’indicazione dell’assolvimento virtuale del bollo.

 

MODALITA’ DI ASSOLVIMENTO 

Per le fatture elettroniche (emesse e conservate in formato elettronico) il bollo è assolto mediante modello F24.

Informiamo inoltre che l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione all’interno del portale “Fatture e Corrispettivi” un servizio per verificare l’ammontare complessivo dell’imposta di bollo dovuta sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di interscambio.

I documenti senza bollo, trasmessi dall’01/01/2021 tramite sdi e per i quali, secondo il fisco, l’imposta era dovuta, verranno integrati direttamente, per ciascun trimestre, dall’Agenzia delle Entrate sulla base dei dati in suo possesso.
Le integrazioni, eventualmente effettuate, saranno visibili nell’elenco B reso disponibile nel suddetto portale entro il giorno 15 del mese successivo alla chiusura del trimestre. Tale elenco potrà essere modificato dall’utente entro l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento.
Nell’elenco A (non modificabile) saranno invece riepilogati i dati delle fatture emesse nelle quali il cedente ha indicato l’assolvimento dell’imposta di bollo.

 

Indice dei contenuti