Fattura in regime forfettario

Indice:
< Indietro

 

Chi opera in Regime Forfettario emette fattura non riportando l’IVA in fattura e altresi’ non applica la ritenuta d’acconto.

Del fatto che egli opera in regime forfettario deve darne comunicazione al committente e nell’emettere fattura deve riportarvi in calce a seguente dicitura: “Operazione effettuata ai sensi dell’art. 1, commi da 54 a 89 della legge n. 190/2014 non soggetta alla ritenuta d’acconto ai sensi dell’articolo 1 comma 67 della legge n. 190/2014 e successive modificazioni”.

Per le  fatture superiori a 77,47 € e’ prevista l’imposta di Bollo, cioe’ l’obbligo di applicare una marca da Bollo del valore di 2,00€.

Per quanto riguarda la registrazione della Fattura, per prima cosa, andra’ creato un codice iva apposito nella tabella dei Codici IVA come nell’esempio qui a destra.

Dopo la creazione del codice IVA si può procedere in prima nota  alla normale registrazione del documento come una qualsiasi fattura passiva.

Si ricorda che per velocizzare la registrazione in prima nota consigliamo di indicare nell’anagrafica del fornitore alla sezione Dati contabili nel campo codice IVA pred. il codice IVA comunemente usato per quel fornitore.